MACELLAZIONE SUINI PER USO FAMILIARE CAMPAGNA 2016/2017 – PERIODO 02.11.2016 – 28.02.2017 AMBITO TERRITORIALE DI SORBOLO E MEZZANI

UNIONE BASSA EST PARMENSE

 (Provincia di Parma)

Sede legale: Sorbolo, Piazza Libertà, n° 1

Sede amministrativa: Sorbolo, Via del Donatore, n° 2

Telefono 0521/669611 fax 0521/669669 (C.A.P. 43058)

partita iva 02192670343

 

            ORDINANZA N°  70 in data 25.10.2016

            prot. n.  11557/2016

 

MACELLAZIONE SUINI PER USO FAMILIARE CAMPAGNA  2016/2017 – PERIODO 02.11.2016 – 28.02.2017

AMBITO TERRITORIALE DI SORBOLO E MEZZANI

 

 

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO ASSETTO E USO DEL TERRITORIO

SVILUPPO ECONOMICO

 

            VISTO lo Statuto dell’Unione;           

 

            VISTI gli articoli 1 e 13 del Regolamento per la Vigilanza Sanitaria delle carni (R.D. n. 3298 del 20.12.1928) che dettano norme generali per la macellazione domiciliare per il consumo privato delle carni da parte dei cittadini;

 

            VISTA la nota del Servizio Sanitario Regionale Emilia Romagna del 17.10.2016 avente ad oggetto: “Autorizzazione in deroga alla macellazione di suini per uso familiare – Campagna 2016/17”;

 

            VISTO il Regolamento d’Igiene e l’art. 13 del R.D. 3298/1928;

           

            VISTO il Regolamento del Parlamento Europeo e del Consiglio n. 852/04 CE del 29/04/2004 che stabilisce norme generali in materia di igiene dei prodotti alimentari;

 

            VISTO il D. Lgs. n. 333/1998 relativo alla protezione degli animali durante la macellazione e l’abbattimento;

           

            VISTO il D.L. 10 ottobre 2012, n. 174, convertito con modificazioni dalla L. 7 dicembre 2012, n. 213;

 

            RICHIAMATA la Legge 06/11/2012 n. 190 recante Disposizioni per la prevenzione e la repressione della corruzione e dell'illegalità nella pubblica amministrazione;

 

            DATO ATTO che per l’adozione del presente provvedimento non si riscontrano motivi di incompatibilità ai sensi dell’art. 3 e 14 del DPR 16.06.2013, nr. 62;

 

            VISTO il D.Lgs. 14 marzo 2013, n. 33 recante il riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni,come modificato con d. lgs. 97/2016;

 

            VERIFICATA la regolarità tecnica e la correttezza dell'azione amministrativa;

 

            VISTO il vigente regolamento generale sull’ordinamento degli uffici e dei servizi;

 

            VISTI gli artt. 107 e 109 del Testo Unico delle Leggi sull’Ordinamento degli Enti Locali, approvato con d.lgs. 18 agosto 2000, nr. 267;

 

ORDINA

 

ai fini della disciplina della macellazione dei suini per uso familiare e con richiamo alle disposizioni di cui all’art. 13 del R.D. 20 dicembre 1928 n. 3298, di consentire la macellazione a “domicilio” di suini per uso familiare alle condizioni di seguito indicate:

 

  • La macellazione nel territorio dei Comuni di Sorbolo e di Mezzani è consentita nei giorni feriali, con esclusione del sabato pomeriggio, della domenica e dei giorni festivi; i suini macellati il sabato mattina dovranno essere pronti per la visita ispettiva post mortem entro e non oltre le ore 10.00;
  • È consentita la macellazione dei suini ad uso familiare in numero complessivo non superiore a tre per ogni nucleo familiare;
  • nell'ambito territoriale del Comune di Sorbolo e del Comune di Mezzani, l'interessato dovrà far richiesta dell'apposita autorizzazione, con congruo anticipo rispetto al giorno fissato per la macellazione, presso i competenti uffici comunali;
  • le prestazioni veterinarie rese per la macellazione dei suini ad uso familiare saranno tariffate secondo il Tariffario Regionale in vigore (a cui andrà sommato il rimborso chilometrico forfetario);
  • il consumo e la lavorazione delle carni e dei visceri degli animali macellati potrà avvenire solamente dopo l’avvenuta visita del Veterinario Ufficiale;
  • la macellazione dei suini e la lavorazione delle carni dovranno essere effettuate solamente da personale idoneo ed in possesso dei requisiti sanitari previsti (conformità ai contenuti della Legge Regionale 24 giugno 2003, n. 11, pubblicata sul Bollettino Ufficiale della Regione Emilia Romagna del 24.06.2003);
  • l’obbligatorio stordimento dei suini dovrà avvenire mediante l’uso di pistola a proiettile captivo, seguito immediatamente dal dissanguamento, ai sensi delle vigenti normative riguardanti il benessere degli animali durante la macellazione;
  • al Veterinario Ufficiale è fatto obbligo di:
  1. sottoporre ad esame ispettivo le carni e i visceri dei suini macellati;
  2. effetttuare il prelievo per la ricerca della Trichinosi;
  3. dare applicazione ad ogni altra disposizione prevista dalle vigenti disposizioni normative;
  • il periodo in cui è consentita la macellazione dei suini ad uso familiare decorre dal 02.11.2016 al 28.02.2017;
  • Il pagamento della prestazione da parte dell’utente deve, tassativamente, avvenire a seguito di emissione di fattura da parte dell’Azienda USL.
  • l’inosservanza alle norme di riferimento (presente Ordinanza,  R.D. 3298/1928, D.Lgs. 333/1998, Reg.  Ce 853/2004) sarà punita a norma di legge.

 

I competenti uffici dei Comuni di Sorbolo e Mezzani trasmettano le richieste di intervento del Veterinario Ufficiale per le macellazioni a domicilio nell’ambito del territorio di competenza al Servizio Veterinario – S.O.T. di Parma, Via Vasari 13/A, al seguente indirizzo di posta elettronica certificata serv_veterinario_parma@pec.ausl.pr.it  con almeno 48 ore di anticipo rispetto alla data e ora fissata per la macellazione.

Copia della presente ordinanza sia trasmessa, per opportuna conoscenza all’Azienda USL – Servizio Veterinario  Via Vasari 13/A Parma; pubblicata all’Albo Pretorio e sul sito internet istituzionale dell’Unione e dei Comuni di Sorbolo e Mezzani, sino al 28.02.2017.

                                                                                                                          

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO

(Ing. Valter Bertozzi)

(Firma apposta digitalmente ai sensi dell’art. 21 del d.lgs. 82/2005)

 

                                                                                                                          

TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI

I dati di cui al presente procedimento amministrativo, ivi compresa la presente Ordinanza, sono trattati nel rispetto delle norme sulla tutela della privacy, i dati vengono archiviati e trattati sia in formato cartaceo sia su supporto informatico nel rispetto delle misure minime di sicurezza di cui al D.Lgs. n. 196 del 30/06/2003 e succ. modificazioni ed integrazioni. L'interessato può esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. n. 196/03.

 

COMUNICAZIONI AI SENSI DELLA LEGGE 241/1990

Unità organizzativa responsabile del procedimento: Servizio Assetto e Uso del Territorio-Sviluppo Economico

Funzionario Responsabile del procedimento: Dott. Francesco Bubbico

Data dell'articolo: 

25 Ottobre 2016

Allegato: